Prestito Senza Busta Paga

Non tutti hanno la fortuna di avere un lavoro con contratto indeterminato. Molte persone, infatti, lavorano a chiamata o per prestazioni singole, per non parlare di chi è costretto a lavorare in maniera irregolare. Altri decidono di mettersi in proprio e diventano lavoratori autonomi o liberi professionisti. D’altra parte, i prestiti tradizionali richiedono molto spesso la garanzia di una busta paga. Cosa fare, quindi, se ci si ritrova in una delle situazioni di cui sopra e si vuole richiedere un prestito? Qui di seguito riceverai tutte le informazioni per sapere come chiedere un prestito senza busta paga.

Prestito personale
Importo massimo

75000 €

Importo minimo

2000 €

Durata massima

120 mesi

Condizioni prestito
Condizioni prestito
  • Cittadinanza italiana
  • Avere 18 anni
  • Avere un entrata mensile regolare

Che cos’è un prestito senza busta paga?

Il prestito senza busta paga è un tipo di finanziamento che può ottenere anche chi non ha una retribuzione fissa mensile. Nello specifico, è solitamente rivolto a imprenditori in startup o piccole imprese in fase di sviluppo, casalinghi, studenti, lavoratori atipici, disoccupati; ma possono accedervi anche le categorie più tradizionali, come lavoratori autonomi e lavoratori con contratto determinato. 

Non essendoci la busta paga a garantire il rimborso mensile della quantità richiesta, vengono richieste altre garanzie. Gli istituti di credito che erogano il finanziamento, chiaramente, vogliono assicurarsi del buon esito dell’operazione quando concedono un prestito senza busta paga. Di seguito, scoprirai quali sono le garanzie richieste per questo tipo di prestito.

 

Di quali garanzie ho bisogno per chiedere un prestito senza busta paga?

Le garanzie necessarie per la richiesta di un prestito senza busta paga, dipendo da differenti condizioni: l’affidabilità creditizia del richiedente, il tipo di prestito che viene richiesto, le condizioni stipulate dall’istituto di credito che eroga la quantità desiderata, etc. Ogni caso è particolare e specifico ed è necessario analizzarlo singolarmente. 

È possibile quindi che ti verrà richiesta una o più garanzie tra le seguenti:

➡️ Presenza di un garante o fideiussore. Si tratta di una persona normalmente molto vicina a chi richiede il prestito, un familiare, il coniuge o un amico stretto. Il ruolo di questa persona è quello di garantire il pagamento al posto del richiedente in caso di mancato pagamento o ritardo in una o più rate. La banca, in questo caso, richiederebbe il corrispettivo mensile al garante. Questa figura deve avere una buona situazione finanziaria e lo stato di buon pagatore.

➡️ Presenza di una garanzia ipotecaria o pignoratizia. Tale garanzia costituisce una tutela in caso di insolvenza. Ipotecando la casa o altri beni, il proprietario può continuare usufruire dei suoi diritti su questi, ma in caso di insolvenza può venire pignorato. È una delle garanzie meno scelte, perché è solitamente più costosa e rischiosa. I costi burocratici infatti sono molto elevati e il rischio è abbastanza alto: in caso di mancato pagamento di una quota, si può essere pignorati. 

➡️ Presentazione del Modello Unico. Questa opzione è eleggibile solo dai lavoratori autonomi, che per poter dimostrare la loro capacità di rimborso, possono presentare il Modello Unico degli ultimi anni lavorativi (generalmente gli ultimi due o tre anni). In questo modo possono attestare la loro disponibilità di reddito per pagare le rate mensili del prestito.

➡️ Compenso ricevuto per attività lavorative atipiche. In assenza di busta paga, puoi presentare questa altra fonte di reddito. Questo tipo di garanzia è molto utile per i lavoratori a progetto o stagionali, che dispongono di un reddito, ma senza una busta paga fissa e continuativa.

➡️ Percezione regolare di un affitto in una casa di proprietà. Il contratto di tale affitto, è un’ottima garanzia da presentare per ricevere un prestito senza busta paga.

➡️ Disporre di una pensione sociale o di un assegno di mantenimento. In questo caso, anche non avendo un salario, si ha un’entrata fissa mensile e quindi un reddito dimostrabile. Un esempio di pensione sociale puó essere quella di invalidità o inabilità oppure la pensione di reversibilità. 

Con la presenza di una o più garanzie di questo tipo, si può tranquillamente accedere a un prestito senza busta paga. Ma, quali sono le tipologie più comuni per questo tipo di finanziamento? 

 

Tipologie di prestito senza busta paga

Il prestito senza busta paga può essere concesso in differenti tipologie. Le più comuni sono: 

➡️ Prestito personale. In questo caso non devi specificare il motivo della tua richiesta di credito. Puoi trovare tutti i dettagli facendo clic qui.

➡️ Prestito finalizzato. Finanziazione per l’acquisto di un bene in particolare (elettrodomestici, strumenti tecnologici, telefoni, etc.).

➡️ Prestito cambializzato. In questo caso, il rimborso mensile delle rate si realizza attraverso cambiali o assegni. In caso di mancato pagamento di una rata, l’istituto di credito ha il diritto di pignorare i tuoi beni.

➡️ Prestito tra privati. È un prestito che avviene tra due entità private, nel quale può intervenire o meno un intermediario bancario, a seconda del contratto stipulato.

 

Dopo aver scelto la tipologia di prestito senza busta paga ed aver chiesto la liquidità, è necessario presentare le garanzie richieste dall’istituto di credito. 

Nel caso in cui fossi presente nella lista di cattivi pagatori o protestati e stessi cercando dei prestiti per segnalati CRIF senza cessione o senza busta paga, puoi ricorrere esclusivamente al prestito cambializzato. Difatti, è una  tipologia di prestito alla quale è piú semplice accedere. Per più informazioni sui prestiti cambializzati per cattivi pagatori o protestati, puoi leggere l’articolo dedicato.

 

Di che requisiti ho bisogno per chiedere un prestito senza busta paga?

I requisiti per chiedere un prestito senza busta paga, variano a seconda della tipologia di prestito che si decide di richiedere. I requisiti più richiesti sono: 

Cittadinanza italiana o residenza in Italia

Età superiore ai 18 anni

Disponibilità di un’ulteriore garanzia. Come abbiamo visto fino ad ora, in assenza di busta paga è necessario fornire un altro tipo di garanzia per accedere al credito necessario.

Situazione finanziaria positiva e stato di buon pagatore. È un requisito preferibile, altrimenti non potrai accedere alla maggior parte dei prestiti senza busta paga. Difatti, come già accennato, i segnalati come cattivi pagatori dal CRIF o i pignorati, possono accedere solo ai prestiti cambializzati.

 

Quali sono i documenti necessari per chiedere un prestito senza busta paga?

I documenti di cui si ha bisogno per chiedere un prestito senza busta paga sono, anche in questo caso, relativi alla tipologia di prestito che infine viene concesso. In generale, non possono mancare mai i seguenti documenti:

Carta d’identità in corso di validità, che attesti l’età maggiore di 18 anni e la cittadinanza italiana. Per gli stranieri residenti in Italia, va bene anche un altro tipo di documento valido.

Codice fiscale in corso di validità.

Modello Unico e modello F24 degli ultimi 2 o 3 anni, in caso di lavoratore autonomo.

Contratto o qualsiasi tipo di documento che dimostri la percezione di un compenso fisso anche se in forma atipica e temporanea.

Contratto di affitto di un proprio appartamento di proprietà.

Documentazione del garante: carta d'identità, codice fiscale e busta paga o documento che dimostri la capacità di rimborso appartenenti al garante.

Documentazione ipotecaria o pignoratizia in caso di prestito con ipoteca.

 

Hai giá in possesso i documenti di cui hai bisogno per il tuo caso? Passa allora alla fase seguente: chiedere un prestito senza busta paga!

 

Come chiedere un prestito senza busta paga?

Con Kreditiweb puoi chiedere un prestito senza busta paga in pochissimo tempo. Ti spieghiamo come farlo in 4 semplici passi: 

  1. Vai al questionario 
  2. Compila il questionario in ogni sua parte e invia la richiesta
  3. Ti verranno mostrate le offerte compatibili col tuo profilo. Scegli l’offerta più conveniente!

Come vedi è semplice e veloce e non hai bisogno di molto tempo. I dati richiesti durante il questionario serviranno per definire il tuo profilo personale e finanziario: è necessario conoscere la tua situazione lavorativa o la tua fonte di reddito primaria per una banca, al momento della concessione del prestito. Se la tua richiesta verrà pre-accettata dal nostro sistema in modo immediato, avrai un’altra possibilità che anche la banca accetti di prendere in carico la tua pratica e che ti conceda il prestito senza busta paga.

Semplice, no? Chiedere un prestito senza busta paga, è facile come bere un bicchier d’acqua su Kreditiweb!

 

 

 

 


VentajasVuoi un prestito senza busta paga? Richiedilo con Kreditiweb!